Negli scatti notturni per fotografare le stelle, spesso si utilizzano tempi lunghi, questi trasformano le stelle in scie e non in punti luminosi. La domanda e’ semplice : come ottenere le stelle “naturali” e non trasformarle in scie luminose ? Esiste una regola, chiamata regola del 600.( Esistono varianti con 500/550 nel caso le scie persistano)

Per capirne il funzionamento facciamo un esempio.

Praticamente funziona cosi : si prende il numero 600 e lo si divide per la massima lunghezza focale che stiamo utilizzando.

Un esempio :

se utiliziamo un 18-55mm e scattiamo con  la massima focale ( 55mm), dovremmo fare questa operazione.

600 : 55mm= 10,9sec moltiplicandolo poi per  il rispettivo crop Nikon o Canon. Questo è il tempo giusto per evitare  che le stelle si trasformino in strisciate. Questo utilizzando una ASP-C.

Nelle FF invece si calcola cosi

ESEMPIO

Se utilizziamo un 8 mm  il calcolo avverrà cosi :

600 :8 = 75 

La tabella sotto indica le misure già calcolate per FF e i diversi crop per le Asp-c

 

Close